Tribù Yawanawá

Gli Yawanawá (Laminaua, Jaminawa, Yaminawá) sono un popolo indigeno di circa 1.300 persone, che vive in piccole città lungo il fiume Gregorio: la loro patria Acre (Brasile), e anche a Madre de Dios (Perù) e Bolivia.

La lingua Yaminawá appartiene alla famiglia linguistica Panoan. I linguisti stimano che meno di 1600 persone parlano la lingua. Pochissimi Yawanawá parlano spagnolo o portoghese e il loro tasso di alfabetizzazione è estremamente basso.

Tribù Yawanawá ceremony

Intervista con uno Yawanawá

Nixiwaka Yawanawá risiede a Londra e lavora con Survival International per aumentare la consapevolezza sui diritti degli indigeni amazzonici. La sua città, Yawanawá, è composta da più di 900 persone.

Êwê anê Nixiwaka, Ê Yawanawa ihuhu, êwê yurahûki kânu, pênâku hiash. Mâ ika ânu, matuvê iwânâ, mahu tapipai ê uitamêa. Nênuashê kashê êwê yurahâu ravâna ipai.

Il mio nome è Nixiwaka. Vengo dagli Yawanawás. Ho intenzione di tornare dalla mia gente un giorno, ma prima voglio rimanere nel Regno Unito per un po ‘in modo da poter aiutare la mia gente quando tornerò.

Il nome Yawanawá si traduce come “Il popolo del cinghiale”, perché come popolo siamo sempre insieme, quando cacciamo e nella vita in generale. Siamo una mandria. Sono nato a Kaxinawa, la parte più sacra delle terre degli Yawanawá, da dove viene la mia gente. Kaxinawa è il luogo dove sono sepolti mio nonno e tutti i nostri grandi capi.

Abbiamo persone conosciute come “dottori della giungla”. Sanno tutto quello che c’è da sapere sulle piante medicinali. Dicono che questo mondo sia un bel posto in cui vivere e che tutti abbiamo la responsabilità di prendercene cura.

Nixiwaka, della tribù Yawanawá

So che la medicina occidentale sta ora facendo uso delle nostre piante e dei rimedi che noi Yawanawá usiamo da secoli. Dalla corteccia degli alberi alla saliva di rana, abbiamo le risposte sia per i rimedi che per i veleni.

Le donne si spalmano sulla pancia un tipo di pianta di patata chiamata “rau” per rimanere incinte. Altre piante, come la cosiddetta “hukâshupa”, è usata dagli innamorati per favorire relazioni di successo. È il succo di tre piante macinate che viene applicato come profumo per attirare un amante. La giungla è un luogo magico.

Credo che forse il mondo occidentale possa imparare da noi a vivere una vita più armoniosa e in pace con il nostro ambiente, combinando la conoscenza Yawanawá con le idee occidentali.

Ragazza indigena della tribù Yawanawá

Sin dai tempi antichi, gli Yawanawás hanno utilizzato il “rumê” (un tipo di tabacco da fiuto ottenuto dalla corteccia di un albero specifico) come parte della nostra tradizione e cultura. Normalmente usiamo “rumê” durante le nostre cerimonie sacre con l’ayahuasca, che chiamiamo “uni”.

A colazione abbiamo mangiato banane, papaya, zucchero di canna e succo di manioca o yuca (chiamato “caiçuma”). E la carne, se era rimasta dalla cena di ieri sera. Per pranzo c’è di nuovo la manioca, con piantaggine verdi e porridge di piantaggine. Abbiamo mangiato carne e pesce per cena.

Il mio momento preferito della giornata nella giungla è il tardo pomeriggio, al tramonto, quando prendo la nostra medicina sacra. Si incontrano tutti in una vasta area di terreno aperto. Al tramonto, gli uccelli tornano sugli alberi di tacana per riposare e il canto degli uccelli makukaus ci circonda. È un momento molto tranquillo della giornata. Mi manca.

La nostra terra è la nostra casa, la nostra amica e compagna. Rispettiamo molto la nostra terra e abbiamo la responsabilità di prendercene cura.

Tribù Yawanawá

Ahó!

Apri la chat
Ciao 👋 Possiamo aiutarti?